fbpx

Perchè la coppia scrub e fango anticellulite funziona?

Siamo in Estate, la stagione che per eccellenza, favorisce la nascita di nuovi amori.

Complice il venticello caldo ed intrigante tra i capelli ma anche il profumo della pelle arsa dal sole o magari i tramonti infuocati sulla spiaggia.

 

« D’estate le mani del vento muovono invisibili fili nell’aria, che uniscono le onde, i capelli, i pensieri.)

Caramagna

 

Passioni che si consumano in un chiaro di luna, baci rubati, promesse di fedeltà eterna che disegnano fuochi pirotecnici nell’aria, per poi sfumare inspiegabilmente insieme all’estate.

Ma la geometria dell’amore rispetta sempre e solo le regole rigide del “ mordi e fuggi”?

 

Ma no, suvvia. Tonino Guerra diceva che l’ottimismo è il profumo della vita.

Infatti, tra le voci più cliccate sul manuale della “romanticona disillusa” compaiono anche i “legami inossidabili”, quelli che non tramontano mai perché fatti di incastri magici, legati a doppia mandata da sinergie quasi metafisiche.

Insomma, come direbbe Paolo Fox, qui si parla di “rapporti ultraterreni” quelli sempre da sperimentare, che si compongono, come un tetris, gli uni negli altri un po’ come la coppia scrub- fango anticellulite.

Spesso si parla di “azione di terreno”

 

La strategia di terreno è il primo passo, il punto di partenza per la riuscita di un rapporto.

Eh si. Come nell’incontro a due è importante che esista una base di partenza propositiva  (presupposti d’intesa), sulla quale costruire e far crescere qualcosa di duraturo, così anche nella cosmetica i prodotti utilizzati per dare buoni risultati sia nell’immediato che nel tempo, devono possedere determinati requisiti.

Il primo di tutti è quello di essere riconosciuto dalla pelle per entrare in sinergia con essa, ricevere il pass d’ingresso e rispondere  alle sue esigenze per poterne poi apprezzare i risultati

Ma cos’è uno scrub?

Quando parliamo di scrub, parliamo dell’esfoliazione dello strato superficiale della pelle grazie ad un prodotto composto da microgranuli, miscelati a degli attivi, il più naturali possibile, che, nel loro messaggio funzionale, portino via cellule morte e impurità.

Con quest’azione, oltre ad ottenere una pelle più liscia e luminosa, potenzieremo l’assorbimento e l’azione dei nostri trattamenti mirati. E’ molto importante che l’azione di rimozione non sia aggressiva, ma sempre supportata da una base emolliente e ricca di acidi grassi simili a quelli presenti nella nostra epidermide. Infatti un’azione troppo forte, potrebbe causare l’effetto” boomerang”, dove la pelle privata in modo violento delle sue sostanze funzionali, potrebbe aumentare la produzione di sostanze di scarto o peggio, manifestare con il tempo problemi di sofferenza come dermatiti o forti irritazioni.

 

 

Scopriamo il segreto che rende uno scrub e un fango anticellulite empatici

Nel caso dell’associazione di uno scrub ad un fango, di quelli senza risciacquo ad alta concentrazione di principi attivi e magari senza alghe, che lavori sulla riduzione dei liquidi in eccesso, sull’adipe e sulla cellulite, è fondamentale che il lavoro di squadra sia composto da prodotti naturali, mirati e dinamici nel favorire una stimolazione efficace della stasi linfatica e contemporaneamente una pulizia profonda ma rispettosa della pelle.

That’s Amore!

a cura di Manuela Frigatti

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare

Si la prima a commentare “Linea Fanghi”

"" è stato aggiunto alla wishlist

error: Vietata la riproduzione non autorizzata.