fbpx

E Tu che Fiore Sei?

che fiore sei

Viaggio tra gli Unguenti ai Fiori di Bach      

Edward Bach ci ha insegnato, attraverso i suoi 38 fiori , che “ il gesto della pianta e quello della persona, si equivalgono”. Le piante con proprietà terapeutiche come quelle scoperte da Bach, hanno un linguaggio, secondo il Signature Rerum come diceva Paracelso, definito dalla loro forma, dal modo in cui crescono e si comportano, dal loro colore e odore, con il quale suggeriscono, a chi è in grado di coglierlo, le loro virtù curative.

La potenza dei rimedi floreali di Bach, secondo il medico inglese, prescinde dalla semplice botanica ed è portatrice di una “firma divina” dove l’uomo è lo specchio della Natura e nella Natura trova la sua cura migliore.

E’ l’energia che viaggia sottile per raggiungere la scintilla che accende il problema (MalEssere) che l’individuo manifesta nel fisico, ma dove la causa è chiusa nell’anima.

Lasciandoci ispirare da questa dottrina così scientificamente umana, noi di Stai Bene® Cosmetica abbiamo creato gli Unguenti bio ai Fiori di Bach,  riarmonizzanti per la pelle del viso e del corpo, che racchiudono nel loro cuore di fitocomplessi altamente dinamici da oli vegetali potenziati a livello enzimatico, ben 7 sinergie differenti di Fiori di Bach: Felicità, Fiducia, Forza, Serenità, Equilibrio , Armonia e  Distensione.

Gli Unguenti bio  ai Fiori di Bach sono indicati per tutti, grandi e piccoli, uomini e donne e si possono applicare per massaggi funzionali lungo i meridiani, per frizioni, impacchi lenitivi, applicazioni rigeneranti o sui canali d’entrata:  polsi, tempie, plesso solare, sotto la pianta del piede, sul trapezio ma anche sul viso, come crema rigenerante ed elasticizzante. La formula base degli Unguenti bio ai Fiori di Bach è completamente priva di fragranze, paraffine, siliconi, prodotti di origine animale e in più è Nickel, Ogm e Cruelty free.

 

Unguento bio ai Fiori di Bach Fiducia: Cerato, Gorse, Larch e Walnut

Credo in me stessa e rifiorisco

che fiore sei

 

«C’è troppo silenzio la fuori da sola! Mi accompagni?» Sopra la mia testa, avvolta in un cappello norvegese con pon pon e treccine, una cascata di stelle ci guarda mentre mi muovo vicino a lui assorta, nel percorso ciclabile dietro casa. Camminiamo a passo spedito, un po’ per il freddo e un po’di più per l’allenamento che mi sono ripromessa di rispettare, più o meno regolarmente, dopo lavoro.

E’ il mio momento e lui lo sa, quello dove stacco la spina dai ritmi pressanti e libero dal cassetto i miei sogni che dopo oltre 50 anni di digiuno, sono lupi famelici. In realtà è da un po’ che ho cominciato a volerli mettere in prima fila, tra una gomitata e qualche pedata nel sedere per sentirmi di nuovo meravigliosamente viva. «Sai», gli dico con il tono di una che ha appena fatto una scoperta sensazionale

« che so di essere proprio io a chiudere i miei desideri sotto chiave» Lui sospira un po’ e guarda avanti, ha l’aria annoiata, almeno così mi sembra. Forse lo sapeva già. Si ferma un attimo e attendo una risposta che però non arriva.

A ogni passo che affondo, mi lascio pervadere da un calore impalpabile, da un senso di fiducia che cresce,  dilatando le mie vene.

Ora sono io che mi fermo. Chiudo gli occhi assaporando un dolce gusto di appartenenza al Tutto.

Mi lascio guidare dalla mia interiorità! Quella è la mia stella. Ora lo so e sono pronta a ricominciare da qui!

a cura di Manuela Frigatti

 

 

Ti potrebbe interessare

Si la prima a commentare “Perché scegliere cosmetici naturali fatti artigianalmente”

"" è stato aggiunto alla wishlist

error: Vietata la riproduzione non autorizzata.