Cellule morte e colorito spento

cellule morte e colorito spento

Le cellule morte e il colorito spento della pelle

Cellule morte e colorito spento, fanno parte del normale andamento di vita della nostra pelle, ma esiste una soluzione per non farsi cogliere di sorpresa e assomigliare a un serpente in muta.

Pronte e via. L’Estate è appena arrivata e di colpo il termometro è già  alle stelle. La voglia di alleggerire il guardaroba, mettendoci in mostra ci assale come un treno in corsa. Impazza la ricerca del vestitino scollato con spacco e trasparenze per le più attempate e di ripped shorts abbinati alla canottiera piena di attualissimi tagli e paillettes, per la fascia under 30.

 

– Che ne dici, un diamante?
– Dammi solo un armadio gigantesco!
(Mr. Big e Carrie Bradshaw in Sex and The City)

 

Il piano di rinnovamento “ fenice” è iniziato puntualmente dal mese di Marzo e il regime dietetico “ ben riequilibrante e soprattutto, molto riducente” ha dato il risultato sperato. Evvai! Ci vediamo agili e aeree tipo farfalla svolazzante. Ma un momento prima di varcare la soglia di casa, ecco che ci cade l’occhio sulle nostre gambe. Il gioco di chiaro scuro evidenzia qualcosa di squamoso e biancastro che si sfoglia, lasciando, stile Pollicino, traccia del nostro passaggio sul breve red carpet nell’entrata. Sono loro: “ le tanto odiate cellule morte”, che soffocano la nostra pelle, trasformandola in uno strato incartapecorito, inguardabile. Che fare?

 

 

Cellule morte e pelle spenta dov’è la causa

Bisogna liberarsi dalle cellule morte e non c’è vestitino che tenga. Altrimenti « addio bellezza della pelle»!

 

– Il mistero della vita sta nella ricerca della bellezza.-

Billy Wilder

 

La parte superficiale della nostra pelle, l’epidermide, è un pavimento stratificato (5 strati) che cambia in continuazione; la parte più esterna infatti si rinnova ogni 15/30 giorni. E’ proprio lo strato corneo, quello più superficiale,  che si desquama in continuazione, a causa della crescita delle nuove cellule che salgono dallo strato germinativo profondo fin sulla superficie. Da qui la formazione delle famose cellule morte, cioè i corneociti che si distaccano per disseccamento.  Se queste cellule di scarto non vengono rimosse, possono stratificare, creando dei veri e propri tappi cornei a livello ghiandolare. Qui non si tratta di un discorso solo estetico; infatti l’occlusione potrebbe creare:

  • punti neri
  • piccole cisti
  • comedoni
  • oppure un effetto cartapesta sulla pelle che risulterà secca, opaca e invecchiata.

 

cellule morte e pelle opaca

 Cellule morte e pelle spenta; come porre rimedio

La pratica dello scrub è il trattamento di rinascita per la pelle. Consiste nella pulizia della pelle con prodotti non aggressivi e possibilmente a base oleosa e vitamine, arricchiti da agenti leviganti, per rimuovere le cellule morte, stimolando così il turnover cellulare, la rigenerazione dell’epidermide e il rinvigorirsi dei tessuti.

Stai Bene® propone il trattamento di bellezza per rimuovere le cellule morte dalla tua pelle: il SolidOlio bio scrub.

SolidOlio bio Scrub è un preparato solido e concentrato dal potere esfoliante e restitutivo, ricco di Vitamina E di origine naturale che:

  • rimuove le cellule morte dal corpo/viso senza aggredire la pelle, favorendo la rigenerazione cellulare
  • riattiva il microcircolo nelle zone: gambe, caviglie, glutei
  • detossifica la pelle da impurità, attivo subito sia su pelle asciutta che umida
  • rende la pelle morbidissima e pronta ad assorbire i trattamenti idratanti e nutrienti successivi

La sua formula a base di Olio di Argan bio, Olio di Cocco bio, Burro di Karitè bio, Sale Marino integrale e Vitamina E naturale, privo di paraffine, siliconi e parabeni agisce in profondità,  senza alterare il film idrolipidico dell’epidermide. La presenza del sale marino integrale, ricco di preziosi Oligoelementi, lavora in profondità per:

  • liberare i tessuti dall’eccesso di liquidi
  • rimuovere le cellule morte
  • riattivare il microcircolo e i meccanismi di smaltimento dell’adipe
  • rinvigorire la pelle
  • favorire un’abbronzatura più bella e duratura

Il suo stato compatto lo rende versatile ed ecosostenibile nella resa e nell’utilizzo. Si può passare direttamente il panetto sulla pelle del corpo bagnata o asciutta o grattarne una nocciolina per esfoliare la pelle umida del viso. Una volta massaggiato bene in profondità, si risciacqua con acqua calda.

 

cellule morte e pelle spenta

Cellule morte e pelle spenta: un aiuto prezioso dal mare

Due importantissimi Oligoelementi presenti nel sale marino integrale sono lo Zinco, potente antiossidante e antiaging ( stimola la produzione di collagene) e il Potassio, rassodante e antibatterico. La combinazione di questi due microelementi essenziali svolge un’azione di protezione delle membrane cellulari e di mantenimento dello stato corretto d’idratazione profonda della pelle.

 

« La cura per ogni cosa è l’acqua salata: sudore, lacrime o il mare ».

Karen Blixen

 

 

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare

Si la prima a commentare “Skin care routine”

"" è stato aggiunto alla wishlist

error: Vietata la riproduzione non autorizzata.

Questo sito utilizza dei cookies tecnici e di terze parti per garantire la migliore navigazione. Puoi resettare, negare o cambiare le tue preferenze nella pagina dei Settaggi Cookie.